PRODUZIONE ABBIGLIAMENTO VENETO: DALLO STILISTA AL TEAM CREATIVO

Veneto Dress Service è un’azienda specializzata nella produzione abbigliamento veneto: oggi vi parliamo di come si è evoluta la moda dal passaggio dello stilista al team creativo.
Nella fase di progettazione della collezione la combinazione dei vari contributi, sia in termini
di informazioni che di professionalità, è molto delicato e dipende dalla storia e dalle caratteristiche dell’azienda di produzione abbigliamento veneto.
Dove è presente una figura creativa riconosciuta come l’artefice della fortuna e della
visibilità aziendale, tale da legittimare sia il marchio che il prodotto, la fase creativa è
inevitabilmente legata ai suoi input e al suo coordinamento, per quanto possa essere complessa e gestita con l’apporto di squadre di lavoro collaterali.
È però anche meno complessa la ricerca stilistica che deve essere realizzata per poter esprimere stagionalmente l’identità del brand di moda, essendo questa già incarnata e risolta dallo stilista di riferimento, che filtra, indirizza, corregge e valida tutto ciò che non nasce direttamente dalla sua “penna” ma è frutto del lavoro del team da lui coordinato.
Nel caso però in cui lo stilista di riferimento è parte integrante di una struttura aziendale che

intende valorizzarne al massimo il ruolo e le potenzialità creative senza per questo rinunciare ad un controllo in itinere della collezione e della sua adeguatezza alle proprie necessità commerciali e di costo, ecco che l’integrazione tra stilista e team può dare risultati organizzativi molto interessanti, dove si riconosce il ruolo della creatività diffusa e insita in tutti gli snodi dell’organizzazione aziendale di produzione abbigliamento veneto.

Il caso del brand Stone Island

«Uno stilista famoso rischia di diventare autoreferenziale. Non è importante avere uno stilista
famoso per avere un prodotto innovativo, ma uno stilista con una particolare propensione
all’innovazione e che non abbia una storia troppo consolidata alle spalle. Se non ha una sua storia personale alle spalle, infatti, è molto meglio: sarà più propenso all’innovazione!»
«… Tutti noi ci portiamo dietro compromessi, scheletri nell’armadio che non vanno bene con
l’innovazione. Ma questo succede perché il mercato si aspetta da un grande nome quello per cui lui è diventato famoso. A parte il fatto che se uno famoso entra qua sviene, e non saprebbe sfruttare nemmeno tutta la forza innovativa che c’è in questa azienda.»
È con Paul Harvey che inizia la “seconda vita” di Stone Island, nel segno, contemporaneamente, dell’innovazione e della continuità. Paul Harvey, infatti, nonostante le ben 24 collezioni disegnate in 12 anni di collaborazione, non ha mai cercato di rivoluzionare Stone Island, ritenendo che fosse importante dare continuità a quell’esperienza e a quella ricerca che da sempre contraddistinguevano il brand.
Laureato in ricerca tessile alla Saint Martin’s School of Arts di Londra, Paul Harvey è uno stilista che rivela un approccio al disegno guidato dalla funzionalità, cosa che gli ha consentito di interpretare al meglio le necessità di Stone Island, traghettando con successo il brand nel nuovo secolo.
Quando nel 2008, dopo dodici anni di felice collaborazione, Paul Harvey decise di abbandonare il campo della moda per dedicarsi a tutt’altro impegno, e a Carlo Rivetti si pone il problema di una nuova scelta, rispetto alla quale aveva già matura però una convinzione, e cioè che forse era finita l’epoca della gestione creativa “monostilista”, dell’uomo solo al comando”.
Alla fine del 2008 i tempi erano infatti profondamente cambiati: il Sistema Moda aveva già
cominciato ad affrancarsi dalla dipendenza rispetto allo stilista monarca assoluto delle sorti
aziendali, e aveva viceversa sperimentato un nuovo rapporto di “dipendenza” dal mercato e dal consumatore, un legame che apriva le porte a nuove sfide e – perché no – a nuove difficoltà.
Soprattutto, nel caso specifico di uno sportswear tecnologicamente così avanzato come quello di Stone Island, diventava necessario fare fronte all’esigenza di essere anche multiculturali per essere davvero contemporanei, e quindi di attingere a fonti creative più diversificate da quelle che potevano essere offerte da una sola.
Veneto Dress Service realizza l’abbigliamento, dalla progettazione del capo per donna, uomo e bambino al capo finito e pronto per la distribuzione nei negozi delle aziende clienti.

CONTATTA VENETO DRESS SERVICE PER LA PRODUZIONE DEL TUO CAMPIONARIO DI ABBIGLIAMENTO UOMO – DONNA – BAMBINO

http://venetodressservice.it/contatti/

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here